Home / Stilografica da collezione Boccioni Umberto

Stilografica da collezione Boccioni Umberto

  • Pennino coniato da Stipula in oro 14K; garantisce prestazioni di scrittura di elevata qualità, ed è corredato di una punta media in iridio per prevenire la corruzione dell’oro nel tempo.
  • Caricamento trivalente ed accetta sia la cartuccia e il pistoncino rimovibile tradizionale, sia il riempimento diretto mediante un apposito contagocce di carica
  • Tiratura limitata a 10 esemplari in oro 750/1000
  • Tiratura limitata a 100 esemplari in argento 925/1000

L’opera contiene l’incisione a torchio della stampa di “DINAMICA DI UN CICLISTA” presente all’interno di Lacerba Vallecchi e ristampata per l’occasione.

Richiesta Informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Un tuo recapito telefonico (richiesto)

Il tuo messaggio

La stilografica più bella e originale del mondo

L’idea, i disegni, i progetti, i prototipi della stilografica 1916 sono passati per le mani e sono stati sottoposti al vaglio di esperti dell’estetica futurista, di operatori culturali, di addetti ai lavori nel campo della produzione di penne e oggetti d’arte. La reazione di tutti è stata unanime e senza incertezze, si tratta probabilmente della penna più bella mai realizzata.

E’ stato questo giudizio a convincerci che, facendo nostro il progetto e proponendo al nostro pubblico, composto da persone colte, raffinate, amanti dell’arte e attente alla produzione dell’eccellenza italiana, avremmo compiuto un’operazione di grande importanza artistica e offerto a chi segue la nostra attività una opportunità straordinaria.

Da molti anni è il Futurismo al centro degli interessi della cultura mondiale: mostre sul movimento si sono svolte e si svolgono a Vienna, New York, Londra, Tokio, San Pietroburgo, Bologna, Firenze e Roma, emissioni filateliche speciali sono state emesse in questi anni, perfino sulla moneta da 20 centesimi di euro è stata scelta un’opera di Boccioni per rappresentare l’Italia.

La Vallecchi, che storicamente ha rappresentato una delle case editrici impegnate a creare e diffondere il Futurismo, continua questa opera in collaborazione con gli eredi dei suoi maggiori esponenti e con le più importanti istituzioni specializzate in questo settore. Così al monumentale Dizionario del futurismo realizzato in coedizione con il Museo di Arte Contemporanea di Trento e Rovereto, alla ristampa della straordinaria rivista Lacerba, si aggiunge ora un’opera d’arte, una preziosa realizzazione tridimensionale che coglie l’essenza estetica del movimento e completa, interpretando lo spirito dei suoi protagonisti, l’attività editoriale e di ricerca.

Come nella migliore tradizione futurista la penna 1916 rappresenta un oggetto capace di emozionare attraverso la stimolazione dei sensi, come la vista e il tatto e essere essa stessa strumento di creatività.
Una creazione che dimostra come il genio italiano sappia ancora interpretare la parte migliore della propria ricchezza intellettuale.